Scultura
Sculture di Luce
omaggio a Giorgio Morandi di May Be (Marino Bonizzato)

 

ASCOLTALALUCE DOLCELATENEBRA SORGENTICHESANNO CHESPIRITISTANNO
“… Sorgenti sorgenti abbiam da ascoltare,
/ Sorgenti, sorgenti che sanno / Sorgenti che sanno che spiriti stanno / Che spiriti stanno a ascoltare...
/ Ascolta: la luce del crepuscolo attenua
/ Ed agli inquieti spiriti è dolce la tenebra …”
(Dino Campana – canto della tenebra)

OWIND IFWINTERCOMES CANSPRING BEFARBEHIND?
“… o wind, if winter comes, can spring be far behind? …” (Percy Bysshe Shelley - ode to the West Wind)wind
GUSCIO RAGIONE ISTINTO PIENO
“E sbatta le uova! Lei crede, con codeste uova che sbatte, di non aver poi altro per le mani? Sta fresco!
Ha da rappresentare il guscio delle uova che sbatte! …
… Sissignore, il guscio: vale a dire la vuota forma della ragione, senza il pieno dell'istinto che è cieco! Lei è la ragione, e sua moglie l'istinto: in un giuoco di parti assegnate, per cui lei che rappresenta la sua parte è volutamente il fantoccio di se stesso. Ha capito?”
(Luigi Pirandello – sei personaggi in cerca d’autore / prima scena)
SILENZIO EQUESTASIEPE ODOSTORMIR DILADAQUELLA
“Sempre caro mi fu quest’ermo colle, / e questa siepe, che da tanta parte / dell’ultimo orizzonte il guardo esclude …”
(Giacomo Leopardi – l’infinito)

CARACOLA CANTAMARDEMAPA MICORAZON  DESOMBRAYPLATA
“Caracola – Me han traido una caracola / Dentro le canta
/ un mar de mapa. / Mi corazòn / se llena de agua
/ con pececillos / de sombra y plata.
/ Me han traido una caracola”
(Federico Garcia Lorca – caracola)aracola

STATUETTA COMMEOSOLESI LUCENTE SEAPPICCIATO
Comme è limpida sta fronte,/purcellana trasparente, /statuetta 'e Capemonte,/comme 'o sole si lucente!/
E guardanno stu splendore/manammè! - mme sò abbagliato.
/S' è appicciato chistu core,/e me songo annammurato.
(Totò –‘a statuetta)

EMBUREAU DERMOND BLICKT
“La luna guarda verso di noi / vede me povero commesso / languire sotto lo sguardo severo / del mio principale. …” (Robert Walser – in ufficio)

 

 

incultum

INCULTUM
bassorilievo in resina - cm. 360 x 200

IMPAZZA DIONISIO OSCURA LA LUCE / E L'HIBRIS BABELI INGANNA
DISSOCIA / SGOMENTA NATURA SCAVALLA DIO PAN

A sinistra, Dionisio (dio dalla doppia natura), oscurata la parte positiva dell'intelletto, lascia spazio a quella negativa che impedisce all'uomo di far brillare il sublime personale e di recepire quello altrui.
A destra, è rappresentata la presunzione di un Sistema fuori misura che, ingannevole come un serpente con testa di uomo e coda di scorpione, s'attorciglia attorno alla torre di Babele e spezza la catena solidale di cittadini.
Al centro, travolto dalle onde che provengono dall'intelletto oscurato e dal Sistema impostore, Pan il tutto viene disarcionato dal cavallo(citazione dal "Guernica" di Picasso) simbolo di un'umanità disorientata e impaurita.
Il flauto del dio, scomponendosi toglie armonia al mondo naturale che si contorce in ogni sua parte, animale, vegetale, minerale.
Su queste macerie della Città attuale, sono state gettate
le fondamenta di Città Avanti! sì che presto ad "INCULTUM" possa seguire "CULTUM", un altro bassorilievo con il trionfo di un Dionisio, finalmente rinsavito, al centro di un corteo
di festose baccanti che danzano al suono del flauto di un rianimato dio Pan!

darsena Rimini
Fontana Darsena Rimini
giganti
Giganti - Sostegno
Aria - Fuoco - Acqua
Fuoco
Terra - Aria
Relitto nel Parco